Come scegliere le quote minime

quote scommesse sportive
Giugno 22, 2020

Per tutti coloro che amano il mondo del betting, sentir parlare di quote minime è diventata una piacevole abitudine. Certo, prima di capire cosa siano le quote minime, è importante mettere in evidenza come il mondo delle scommesse sia sempre una selva oscura, soprattutto per quanto concerne la scelta della piattaforma su cui iniziare a puntare.

Uno dei portali migliori è sicuramente rappresentato da 22Bet.eu.com, una delle piattaforme dedicate al gaming online maggiormente apprezzate in tutto il mondo. In modo particolare, su questo portale c’è una grande attenzione verso le scommesse che riguardano gli eventi sportivi, come ad esempio il calcio e la Serie A, così come una grande varietà di quote che vengono proposte, in alcuni casi davvero molto vantaggiose. Uno dei punti di forza di 22Bet è sicuramente quello di garantire una vasta gamma di sport su cui scommettere, tra cui pure gli Esports. Visita 22Bet e prova a scoprire tutti i vantaggi proposti da questa piattaforma, tra cui un ottimo bonus di benvenuto particolarmente alto, con dei requisiti di puntata davvero molto semplici da potersi soddisfare. Il bonus di benvenuto dedicato ai nuovi iscritti è pari al 100% e non supera i 122 euro sul primo versamento, che deve essere almeno pari a 10 euro con ogni tipo di sistema di pagamento che viene usato.

Il funzionamento delle quote minime

È importante mettere in evidenza come, per ciascun bonus deposito o bonus di benvenuto, in cui sono previsti dei requisiti di puntata, esistono proprio delle quote minime che devono essere rispettate per poter soddisfare tali vincoli. Ebbene, c’è la possibilità di piazzare delle puntate sullo sport usando l’importo del bonus pure su delle quote più basse, ma è necessario considerare come non verranno poi conteggiate nel computo dedicato al raggiungimento dei vari requisiti di puntata che sono stati imposti. La comprensione di come funzionino i requisiti di puntata, nel caso specifico ovviamente, è molto importante, perché così si potrà avere un’idea più chiara delle quote minime da sfruttare.

L’esistenza delle quote minime. Qualora non si dovesse rinvenire alcun tipo di quota minima in riferimento ad un bonus di benvenuto, allora vuol dire che i vari utenti hanno la possibilità di puntare con l’importo bonus anche su eventi che presentano delle quote piuttosto basse. È vero che non porteranno a casa delle vincite ingenti, ma d’altro canto hanno comunque l’opportunità di effettuare la conversione dell’importo bonus in soldi che si possono prelevare in maniera decisamente più sicura.

Le quote minime per quanto riguarda i requisiti di puntata relativi ad un bonus di benvenuto sono diversi da bookmaker a bookmaker. Nella maggior parte dei casi, le quote minime vanno da 1.40 fino a 2, ma in certe occasioni le quote minime possono anche essere più alte, oppure inferiori.

Cosa sono le puntate minime

Discorso diverso per le puntate minime, che invece corrispondono all’importo più basso che si può scommettere in merito ad una determinata schedina, che riguardi un singolo evento o che comprenda più partite. La licenza italiana per i concessionari di scommesse sportive è particolarmente chiara da questo punto di vista: ovvero, non sono ammesse delle puntate al di sotto della soglia minima pari a 2 euro, sia sulle scommesse singole che su quelle multiple. Invece, per quanto concerne i sistemi, la puntata minima si riduce fino a 0,50 euro. In effetti, la puntata minima è uno di quei criteri che proprio non riescono ad essere condivisi da parte di un gran numero di utenti, che vorrebbero poter sfruttare puntate minime dall’importo inferiore, come avviene ad esempio all’estero.

Puntate minime più basse: dove trovarle?

All’estero esistono tantissime piattaforme dedicate alle scommesse che mettono a disposizione tali servizi anche a utenti italiani. Esattamente come per ogni altro portale, è necessario effettuare la registrazione e convalidare il proprio conto di gioco inviando una copia di un proprio documento di riconoscimento, che sia la carta d’identità oppure il passaporto o, ancora, la patente, poco importa. Uno dei tanti vantaggi di affidarsi a dei bookmaker stranieri è sicuramente quello di mettere a disposizione delle quote molto più alte, oltre che dei palinsesti decisamente più variegati, con delle puntate minime che possono essere anche pari a pochi centesimi.

I requisiti di puntata

Nella maggior parte dei casi, i bonus di benvenuto vengono accompagnati da dei requisiti di puntata specifici. Ed è proprio soddisfacendo questi ultimi che si potrà veder accreditato l’importo del bonus e verranno “salvati” anche gli importi che sono stati vinti sfruttando proprio la somma del bonus che è stato erogato da parte del bookmaker.

È chiaro che il bonus di benvenuto rappresenta una sorta di premio che un certo portale online assegna agli utenti che si registrano sulla piattaforma e scelgono di creare un conto di gioco. Il ragionamento che sta alla base dei requisiti di puntata è che l’importo del bonus venga impiegato sui vari servizi proposti dal bookmaker. In fondo, è necessario ricordarsi come i siti delle scommesse non fanno beneficenza o non distribuiscono soldi a titolo gratuito. Ecco spiegato il motivo per cui esistono dei requisiti di puntata: significa che la somma legata al bonus è stata bloccata fino al momento in cui i requisiti di puntata non verranno raggiunti.

I requisiti di puntata che riguardano il bonus sul primo deposito, nella maggior parte dei casi, corrispondono a puntare tra le 5 e le 15 volte l’importo legato al bonus che riguarda le scommesse sportive, mentre per i giochi da casinò online le puntate dell’importo del bonus sono comprese solitamente tra 35 e 70 volte. Diversi bookmaker scelgono di tener conto dei requisiti di puntata non solo sull’importo che è stato oggetto del bonus, ma anche su quello versato dall’utente.

Il bonus rimborso perdite, nella maggior parte dei casi, viene integrato con il bonus riguardante il primo versamento sul proprio conto di gioco. in poche parole, questo particolare bonus consente di ottenere un rimborso legato alle scommesse che l’utente ha perso in precedenza. In qualche caso, tale rimborso viene convertito dal casinò in soldi che si possono prelevare, ma nella maggior parte dei casi il rimborso viene erogato sotto forma di bonus e con una serie di requisiti di puntata da rispettare. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bookmakers News About

Bookmakers News, nasce per offrire i migliori siti di scommesse online. I bookmakers non hanno ottenuto la licenza Aams, ma operano in Italia attraverso la Licenza Europea. Sul nostro portale, troverete sempre il link aggiornato di 10Bet e Bet1128 in tempo reale, anche prossimamente pubblicheremo l’unica guida funzionante per aggirare l’oscuramento asma.

Bookmakers News su Facebook